Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Ilary Blasi, il dramma a Verissimo: «Quello che è successo è crudele…». Silvia Toffanin scoppia in lacrime

ilary-blasi-630x351-1Ilary Blasi, il dramma a Verissimo: «Quello che è successo è crudele…». Silvia Toffanin in lacrime. Oggi, su Canale 5, torna l’appuntamento con Verissimo – Le Storie. In onda l’intervista a Ilary Blasi, in cui la moglie di Francesco Totti si racconta a cuore aperto. Parlando anche di un momento molto duro della sua vita.

«Con il Covid – spiega Ilary – è successo anche a noi. Uno non è mai pronto alla morte di un genitore, non c’è un modo o un tempo. Ma il modo che è successo a mio suocero Enzo è crudele, non c’è tempo di elaborare. Sparisce in un buco nero. Sia tu che Francesco siete state fortunati, i vostri genitori vi hanno visto crescere e realizzarvi. In quel periodo ci siamo confortate a vicenda». Silvia Toffanin, che pochi mesi fa ha perso la mamma, si scioglie in lacrime.

L’intervista continua. «Dico pochi ti voglio bene – dice la conduttrice dell’Isola – non lo dico neanche ai miei genitori. Mi vergogno, ma dovrei farlo. Con i miei figli penso di aver fatto un bel lavoro, i due più grandi Cristian e Chanel mi sembrano educati ed equilibrati. Il bilancio è positivo, ho riempito la mia vita di quello che volevo. Quindi non posso non sentirmi soddisfatta di quello che ho fatto. A 40 anni, ho un figlio di 16 anni, ormai indipendente. A Cristian piace parlare con noi, Chanel fa le sue apparizioni. Vive nella sua camera. Auguro ai miei figli di essere liberi. Cristian si è fidanzato da poco».

Ilary Blasi parla anche del rapporto col marito Totti: «È un rapporto che di anno in anno cresce e matura. Dopo 19-20 anni mi guarda ancora con gli stessi occhi, certe volte mi chiedo ‘si è impallato?’. Ci siamo sempre sostenuti a vicenda, c’è alla base un amore reciproco»

Ilary Blasi, il dramma a Verissimo: «Quello che è successo è crudele…». Silvia Toffanin scoppia in lacrimeultima modifica: 2021-06-14T12:09:45+02:00da acristina30
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment