Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Paloma Faith: “La mia vita dai maghi al burlesque, passando per Pharrell Williams”

imagesSi è imposta come icona della musica dallo stile rétro. Oggi si dice che il trend del burlesque sia passato: è finito anche per lei?
«Cantavo in un night club di burlesque, ma non mi spogliavo, avevo sempre i vestiti addosso. Più che al burlesque mi sento legata alla moda, quando ero bambina sceglievo i vestiti insieme a mia mamma. Ho studiato grafica, disegno scenografico e lo continuo a fare oggi per i miei spettacoli, per i video, per la grafica del disco e della copertina. Realizzo tutto questo insieme a persone che lo fanno di mestiere, io metto le idee e loro mi aiutano a realizzarle». 
Perché ha dato al suo terzo disco il titolo “A Perfect Contradiction”?
«Quando ho scritto questo album ho pensato che non è possibile fare esperienza di cose belle senza fare anche esperienza di cose negative. È come una commistione inscindibile di contrasti, di luce e di buio, questa per me è la vita e ho voluto mettere questa mia sensazione nell’album. Scrivendo questo album ho cercato di pensare sempre alle cose positive senza mai scinderle da quelle negative. Ho cercato di rappresentare la vita come la immagino.  Parla bene l’italiano, il nuovo singolo “Can’t Rely On You” apre con una frase in italiano.
«Ho una zia italiana che abita a Roma e la frequento molto, specie di estate, quando vado anche a Ravello».
Miti?
«Marilyn Monroe e Marlene Dietrich».  E Pharrell Williams…
«È stato lui a lasciarmi il suo numero, voleva scrivere per me, io quasi non ci credevo. Di solito scrivo tutto da me ma ho pensato che Can’t Rely On You era davvero una bella canzone e quando arriva una bella canzone non puoi dire di no».  Al cinema pensa di tornare?
«Mai abbondanato, anche se vengo ricordata solo per aver partecipato a Parnassus di Terry Gilliam ho fatto altri film».  Da giovanissima ha fatto persino l’aiutante di un mago, vero?
«Il mio lavoro era quello di farmi tagliare a pezzetti dalla sega del mago e cose simili. Una volta sono stata chiusa dentro una scatola insieme a un coniglio per ben 5 ore. E non è stato affatto divertente. La sola cosa interessante è stata conoscere il coniglio chiuso con me nella scatola, abbiamo parlato molto e ho scoperto che era molto simpatico e intelligente, sicuramente più del mago».

Paloma Faith: “La mia vita dai maghi al burlesque, passando per Pharrell Williams”ultima modifica: 2014-04-26T11:15:49+02:00da acristina30
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment